“Puliamo il mondo”, l’iniziativa nazionale di Legambiente arriva a Catania. Domenica 22 settembre pulizia straordinaria del Parco Gioeni, in collaborazione anche con il Comune di Catania e con la Dusty, per promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti. L’appuntamento con i soci e i volontari è alle 9.30 davanti all’ingresso del parco, su via Angelo Musco.

Insieme contro i pregiudizi

“Alla luce di quanto stava per accadere al Boschetto della Plaia riguardo la possibile vendita di una porzione di parco – afferma Davide Ruffino, responsabile organizzativo di Legambiente Catania – abbiamo scelto di intervenire al parco Gioeni proprio per mantenere alta l’attenzione verso i parchi cittadini. La cementificazione in alcune aree cittadine purtroppo avanza e come associazione vogliamo mantenere alta l’attenzione nei polmoni verdi della città”.
Legambiente dedica, anche quest’anno, una parte delle iniziative di Puliamo il Mondo all’abbattimento dei pregiudizi e delle tante discriminazioni sociali da cui ripulire città e territori del nostro Paese, con l’iniziativa Puliamo il mondo dai pregiudizi.
“Così come abbiamo fatto in passato con altre comunità di immigrati – aggiunge il presidente del circolo Legambiente Catania, Viola Sorbello – all’iniziativa quest’anno parteciperanno anche i migranti dell’associazione Africa Unita. Un modo per sottolineare come tutti insieme ci si può prendere cura del verde cittadino e fare solidarietà e integrazione, come nello spirito dell’iniziativa che intende pulire il mondo anche dai pregiudizi”.

Oltre la villa Bellini

“Parco Gioeni – prosegue Sorbello – è un parco dimenticato e per questo merita attenzione e iniziative per la sua valorizzazione e il suo decoro. Un parco che sarebbe anche una location ideale per molti eventi, che invece vengono dirottati alla Villa Bellini, un giardino storico e monumentale che andrebbe preservato dal rischio di danneggiamenti, sempre possibile in occasione di eventi molto affollati. A breve, inoltre, uscirà il nuovo Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente che rischia di darci l’ennesima fotografia impietosa dello stato del nostro verde urbano. Prendersi cura di questo grande parco significa provare a riscattarsi, dimostrare amore e cura per il nostro verde pubblico. Come abbiamo da tempo sostenuto, inoltre, saremmo favorevoli a che il parco Gioeni venisse affidato al mondo dell’associazionismo e dell’ambientalismo. Nel parco ci sono dei locali che appartengono al Comune e che andrebbero utilizzati meglio, invece che lasciati andare in malora. Saremmo anche favorevoli alla creazione di alcune piccole zone del parco destinate alla somministrazione di cibi, gelati e bevande, come avviene nella fruizione dei parchi in tutta Europa. Certo – conclude il presidente di Legambiente Catania – non pensiamo a una concessione per attività di arrusti e mangia, ma sicuramente un’attività di somministrazione ben fatta e rispettosa dell’ambiente e del luogo potrebbe contribuire a far vivere un parco veramente dimenticato e anche di grande pregio naturalistico”.

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Con questa iniziativa vengono liberate dai rifiuti e dall’incuria i parchi, i giardini, le strade, le piazze, i fiumi e le spiagge di molte città del mondo. Portata in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1.000 gruppi di “volontari dell’ambiente”, che da 26 anni organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati, istituzioni locali e aziende. Lo scorso anno in Italia l’iniziativa ha coinvolto oltre 600 mila volontari, 35 associazioni cattoliche e laiche, tante scuole, migranti e comunità straniere.