“Bitcoin è una innovativa rete di pagamento ed un nuovo tipo di denaro” questo riporta il sito bitcoin.org della comunità mondiale che sostiene lo sviluppo del bitcoin. Ma come posso comprare i bitcoin?

L’acquisto di bitcoin è un’operazione semplice che può nascondere insidie e rischi, se non si è pratici di questo mondo. Proverò, quindi, a dare alcuni consigli utili per approcciare a questo straordinario mondo delle criptovalute, con la precisazione che tutto questo non è un consiglio finanziario o un invito all’acquisto ma solo opinioni personali finalizzate alle condivisioni delle informazioni.

Uno dei modi più semplici e veloci per acquistare bitcoin, con euro, è l’uso di piattaforme informatiche chiamate exchange. Di queste piattaforme ce ne sono tantissime, differenti per gradi di affidabilità e liquidità. Tra le più conosciute posso citare Coinbase, fra la più usate per chi inizia, Binance e Wirex quest’ultima è anche uno specifico istituto di pagamento che rilascia una carta di debito Visa per spendere il cambio dei bitcoin. Fra gli exchange italiani posso evidenziare The Rock Trading, uno degli exchange più antichi in Europa e Conio che propone anche un servizio di custodia ed altre soluzioni indirizzate alle aziende. Per aprire un conto sugli exchange è solitamente necessario presentare un documento d’identità e procedere all’identificazione secondo la comune normativa europea.

Una volta acquistata la somma di bitcoin desiderata (non si è obbligati ad acquistare un intero bitcoin ma le frazioni corrispondenti agli euro che si vogliono cambiare) attraverso un pagamento con carta di credito o debito, bonifico e diversi permettono anche Paypal (da verificare prima sempre le commissioni che le piattaforme applicano) il passo da fare è quello di creare un proprio wallet (portafoglio). Il wallet può essere online, può essere un mobile wallet o un desktop wallet (qui trovate una valida guida per la scelta del wallet); ne esistono anche offline e sono dei dispositivi hardware (esempio Legder nano s o Tezos) e ce ne sono pure cartacei (paper wallet). Ad ognuna di queste categorie corrisponde un’ampia scelta di servizi, in base alle proprie necessità. È importante comprendere bene la differenza fra wallet ed exchange, infatti sono due cose distinte e separate. Se decidiamo di conservare i nostri bitcoin direttamente sull’exchange bisogna tenere presente che in caso di chiusura del portale tutte le criptovalute verranno sicuramente perse. È consigliabile quindi una soluzione che dia sempre la possibilità di accedere in modo sicuro alle proprie chiavi private del wallet, che sono indispensabili per compiere le operazioni di vendita, scambio ecc.

Si possono acquistare bitcoin anche tramite un ATM bitcoin, sportelli automatici per il prelievo, simili agli sportelli bancari, che permettono di acquistare criptovaluta inserendo contanti sempre dopo l’identificazione e secondo i limiti di legge. L’operazione è semplice, infatti dopo aver inserito le banconote, si fa leggere il codice QR del nostro wallet ed i bitcoin verranno depositati direttamente sul nostro account (qui è possibile cercare l’ATM bitcoin più vicino). Da sapere che le commissioni sono più alte rispetto gli exchange più importanti.

Altro modo di comprare bitcoin è quello diretto fra i privati. Piattaforme come LocalBitcoin permettono agli utenti di trovare persone più o meno vicine che vogliono vendere o acquistare bitcoin. È sconsigliabile questo metodo, specie ai principianti, perché non sono state rare le truffe ed anche le rapine.

Le regole da seguire, sempre, sono diverse e prima di usare ed acquistare il bitcoin, bisogna tenere presente che è una valuta di tipo nuovo rispetto a quella tradizionale ed è bene informarsi preventivamente sui rischi che si corrono. Teniamo sempre al sicuro il nostro portafoglio (wallet) da occhi indiscreti e ricordiamoci che è come la nostra home page della banca tradizionale ma senza il supporto clienti che può aiutarci in caso di password dimenticate o perse. Ricordiamo pure che una volta che viene confermata la transazione di invio di bitcoin non può più essere annullata, quindi dobbiamo sempre essere certi a chi li inviamo, se non vogliamo rischiare di perderli, e lo stesso vale quando diamo il nostro indirizzo pubblico per riceverli. Per ultimo, prima di procedere all’acquisto, ricordiamo sempre di verificare il valore medio del bitcoin presso apposite piattaforme quale Coin Market Cap.