Botta e risposta a distanza tra il gruppo all’Ars del Movimento cinque stelle e l’assessore alle infrastrutture Marco Falcone. L’oggetto del contendere è la possibilità di acquisizione della Regione siciliana di una parte della Ferrovia Circumetnea. I cinque stelle chiedono chiarimenti, l’assessore smentisce.

La richiesta dei Cinque stelle

“Un vero e proprio smembramento aziendale che cozza con le disposizioni di legge che prevedono un’acquisizione complessiva”, scrivono i cinque stelle in una nota. “A seguito dell’entrata in vigore del decreto Burlando – spiegano – le Regioni hanno avviato il trasferimento delle funzioni del trasporto pubblico di interesse regionale e locale esercitato da qualsiasi organo o amministrazione dello Stato, centrale o periferico del trasporto su gomma che su rotaia. Ebbene, a vent’anni dall’entrata in vigore di tale decreto, la Regione siciliana non ha mosso un solo passo sull’acquisizione della Ferrovia Circumetnea, salvo farlo oggi e in maniera assolutamente parziale. Accogliamo quindi e rilanciamo le preoccupazioni dei sindacati dei lavoratori allarmati per il tentativo di smembramento dell’azienda che, di fatto, potrebbe avere conseguenze nefaste per il proprio destino occupazionale, oltre che per il servizio stesso. Un cambio nell’assetto gestionale di un soggetto che già opera in maniera efficiente creerebbe difficoltà nel coordinamento e nelle capacità di attuare la tanto auspicata intermodalità. Non dimentichiamo infatti che ci sono già in Sicilia 87 operatori che gestiscono servizi di trasporto e aggiungerne un altro non riteniamo possa apportare alcun vantaggio, anzi. Per tali ragioni – concludono – vogliamo conoscere quali sono le intenzioni della Regione Siciliana in merito alla gestione del trasporto pubblico locale su gomma, vista peraltro la contrarietà delle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa, dell’assessore regionale delle infrastrutture e della mobilità Marco Falcone rispetto alla procedura avviata”.

La replica di Falcone

“La ventilata acquisizione di parte dell’azienda o dell’intera Ferrovia Circumetnea non rientra nell’agenda del Governo Musumeci. Ci dispiace rilevare, dunque, come la presa di posizione dei deputati del Movimento 5 stelle manchi di qualsiasi presupposto. La Ferrovia Circumetnea è oggi una realtà virtuosa anche grazie, ce lo consentano i grillini, al supporto assicurato dal Governo Musumeci nell’arco dell’ultimo anno e mezzo. La sinergia ha portato a centrare fondamentali risultati come il finanziamento e l’appalto della tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania”, fa sapere l’assessore regionale Marco Falcone.