L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone ha annunciato l’avvio “entro una quindicina di giorni” del cantiere di ricostruzione dell’ex ponte Graci, lungo la statale 121. Il ponte , fra Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, sarà ricostruito dall’Ente nazionale per le strade Anas. Il via libera è arrivato da parte dell’ufficio del Genio civile di Catania dopo una verifica sismica sulle esistenti spalle dell’ex cavalcavia sulla Strada statale 121 Catania-Paternò, demolito d’urgenza lo scorso settembre a causa di gravi lesioni alle travi.

Pagherà la Regione: due milioni di euro

“Pur non avendo diretta competenza, il Governo Musumeci ha recepito il grido d’aiuto delle comunità locali ed è subito intervenuto con risorse concrete per velocizzare la ricostruzione”, dichiara Falcone. E le risorse sono due milioni di euro frutto di un Accordo quadro con l’Ente nazionale per le strade, come annunciato lo scorso ottobre. Falcone aggiunge inoltre di aver incluso nei lavori anche il risanamento del sottopasso di via Rosolino Pilo, sempre sulla statale 121 fra Motta e Misterbianco, per lenire il rischio di “pericolosi allagamenti” e migliorare la viabilità della zona. “Nei prossimi giorni saremo sul posto per un nuovo sopralluogo operativo”, ha concluso l’assessore regionale alle Infrastrutture.