Il dipartimento Attività produttive su disposizione dell’assessore Mimmo Turano esaminerà i riflessi possibili sul medio e lungo termine del coronavirus sul sistema produttivo siciliano. “Abbiamo rilevato – spiega Turano – una preoccupazione piuttosto diffusa tra i nostri imprenditori per l’evolversi della situazione sanitaria in Cina. Ci sono in programma  una manifestazione a Singapore e un’altra a Shangai e in più c’è un piano paese Cina in costruzione, dobbiamo dunque capire come modulare le nostre scelte nel caso il quadro dovesse ulteriormente deteriorarsi”.

Leggi anche – Coronavirus, le prime vittime in Sicilia sono le aziende cinesi

La decisione dell’assessore alle Attività produttive arriva anche in considerazione dell’orientamento del governo nazionale a pensare a misure per contenere le conseguenze dell’epidemia su export e turismo. “È mia intenzione a stretto giro consultare anche le imprese, soprattutto quelle attive sul mercato cinese ed asiatico, per capire non solo le preoccupazioni ma anche le necessità concrete” conclude l’assessore.