Quota 100 ha raggiunto quota 200 mila richieste. Lo annuncia Inps, che rende noti i dati aggiornati al 11 novembre divisi per regione e provincia in tutta Italia. Le domande di pensione sono state presentate soprattutto in Lombardia, regione più popolosa d’Italia, che supera quota 26 mila, seguita da Lazio (oltre 22 mila) e Sicilia (oltre 18 mila domande).

Palermo e Catania tra le prime dieci città

Nell’isola il numero il più alto di domande si ha a Palermo (4 mila e 800), seguita da Catania (4 mila 217) e Messina (2 mila e cento). Le due più grandi città siciliane rientrano tra le prime dieci a livello italiano, rispettivamente al quinto e settimo posto, ma ben distanziate dalle prime, ovvero Roma, che con 16 mila e 600 domande supera di tre volte il resto delle province del Lazio, Milano (10 mila e 41), Napoli (8 mila e 500) e Torino (7 mila e 700). Quota 100, anticipo pensionistico per chi ha almeno 62 anni d’età e 38 di contributi versati, dopo una iniziale marcia indietro del governo che aveva annunciato il mancato rinnovo alla scadenza nel 2021, sembra destinata a essere rivisitata ma con soglia di accesso più alta: tra le ipotesi come la cosiddetta “quota 103”, attualmente non presente nella bozza di Finanziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui